Zaino Lowepro Flipside 300

A giugno 2010, complice una breve sortita a Parigi con tutta la famiglia, ho ritenuto necessario dotarmi di uno zaino capiente e funzionale che prendesse il posto della tracolla ormai al collasso. Dopo aver perso ore ed ore a valutare le molteplici offerte del mercato, la mia attenzione è stata catturata da un modello presentato agli inizi del 2009 dalla Lowepro: il Flipside. Questo ingegnoso zaino è l’unico al mondo il cui accesso all’attrezzatura è consentito solamente dal retro, cioè dalla zona che è a contatto con la schiena quando lo zaino è al proprio posto. A prima vista sembrerebbe scomodissimo ma quando si capisce l’innovativo metodo di accesso allo scomparto si rimane piacevolmente impressionati. Legando una cinghia addominale si è in grado, sfilando gli spallacci, di ruotare lo zaino dalla schiena al torace facendolo ruotare contestualmente di 90° verso il basso, in questo modo ci si trova con lo zaino sdraiato di fronte a se con l’accesso pronto. Questo innovativo approccio presenta diversi vantaggi:

    • mentre lo zaino è sulle spalle l’interno è inaccessibile, in posti molto frequentati, come ad esempio una metropolitana o un posto affollato, questo rappresenta una sicurezza con annessa spensieratezza nel concentrarsi sul dal fare piuttosto che sull’attrezzatura;
    • quando è in modalità accesso, lo zaino risulta stabilissimo e comodo, si ha praticamente un piccolo tavolino nel quale effettuare operazioni anche relativamente complicate come un cambio di ottica al volo;
    • le misure ridotte impediscono qualsiasi contestazione durante la fase di imbarco come bagaglio a mano anche con le più severe compagnie low cost.

    La scelta è ricaduta sul modello Flipside 300 che copre al 100% le mie attuali esigenze. Nella configurazione massima riesco a far entrare il seguente materiale:

    Nikon D300s con innestata una delle seguenti ottiche;

    Nikkor 50mm AF-D f/1.8

    Tamron 17-35 f/2.8-4 SP LD Di IF con paraluce

    Tamron 90 mm Di SP Macro f/2.8

    Sigma 70-300 f/4-5.6 APO DG Macro con paraluce

    Metz 48 AF-1 Digital

    4 stilo di ricambio per flash

    seconda batteria per D300s (tasca con zip interna)

    cellulare Nokia E65 (tasca con zip esterna)

    Portafogli (tasca con zip interna)

    Bottiglia d’acqua da 1/2 litro o da 1 litro (sacca esterna)

    Seconda compact flash (tasca con zip esterna)

    Treppiedi (esterno con apposita cinghia e supporto inferiore).

    Lo zaino risulta perfettamente bilanciato anche a pieno carico. Durante la permanenza a Parigi il peso complessivo, senza acqua, era di 4,2 Kg, la schiena non ha risentito minimamente dello sforzo. Zaino che trova un ottimo impiego dove la sicurezza dell’attrezzatura e l’accesso alla stessa debba essere effettuato in zone logisticamente rischiose.

Leave a comment